Una bella storia di Natale

All’Orientexpress arrivano spesso bambole antiche da sistemare. Ad ognuna di esse è legata sempre una bella storia che i proprietari solitamente raccontano con un gran sorriso nostalgico e gli occhi lucidi.

Questa è stata “ricoverata” presso il nostro ospedale la scorsa settimana per il classico cambio elastici, il recupero degli occhi caduti all’interno della testa e la ricostruzione di un ditino.

Quando ancora la proprietaria era una bambina, aveva desiderato con tutto il cuore di poterne avere una, ma la mamma troppo povera per permettersela, cercava di soddisfare la sua piccola cucendole pupazzi di stoffa.

Un giorno però il destino cecise di fare loro una sorpresa.

Come tutte le mattine infatti la signora si stava dirigendo al lavoro con la sua bicicletta e all’improvviso vide cadere dal camion davanti a lei, una scatola di cartone. L’autista non si accorse e continuò per la sua strada. Così la donna si sentì autorizzata a raccogliere il pacco ed aprirlo. Al suo interno, con grande stupore, c’era lei, la bambola che la figlia sognava da sempre. La caricò in bici felicissima e decise così di poter fare finalmente alla sua bambina, il regalo di Natale più bello di sempre.