Le Pupe del Biroccio. Il nuovo abito di Lorenzo Marconi

E’ stato presentato sabato 23 febbraio presso il Foyer del teatro La Fenice di Senigallia, il nuovo abito per il Carnevale di Venezia di Lorenzo Marconi. Di fronte ad un nutrito pubblico, l’artista si è presentato accompagnato dalle note di Gioacchino Rossini, magistralmente suonato da il giovanissimo Arsienti Di Re.

La nuova creazione è un’esplosione di colori brillanti. La giacca in particolare, una tela dipinta dallo stesso Lorenzo. Su di essa sono illustrate scene riprese del carretto marchigiano, naturalmente filtrate attraverso la fantasia dell’artista. Il cappello vede grano e girasoli al posto di piume e gioielli. Il ventaglio, anch’esso interamente dipinto a mano, ha la forma del “panaro”, la piastra sulla quale veniva di norma, cotta la tradizionale “crescia”. Un allegro inno alle Marche, regione in cui Lorenzo è nato, cresciuto e ancora vive e lavora.

Sottolinea la scrittrice Luisa Ferretti, che durante la presentazione ha approfondito la spiegazione del “Biroccio”, che questo carro, famoso per essere anch’esso interamente dipinto e decorato con motivi allegorici, è talmente antico che sembra possa risalire perfino al periodo Etrusco.

Anche l’amministrazione comunale presente con un notevole numero di Assessori, Consilieri e lo stesso Sindaco, sembra aver gradito la nuova creazione.

Da mercoledì 27 febbraio fino a martedì grasso, il 5 marzo, Lorenzo e le sue Pupe del Biroccio, si troveranno in Laguna. Sicuramente la nostra Terra sarà ben rappresentata attraverso un ambasciatore così eccezionale.