Come in un libro di favole

Da sempre appassionata di Storia del Costume, Anna propone una nuova linea ispirata agli abiti storici e alla vita di un tempo.

Lo scopo è raccontare storie e personaggi su oggetti di ogni forma e dimensione, come se si stesse sfogliando un antico libro di favole.

Quadri e scatole si presentano come delle vere e proprie illustrazioni. Su di essi vengono raccontati storie, come ad esempio quella di un cavaliere che salva la sua amata, oppure di allegre fanciulle che danzano in un girotondo.

Inutile nascondere che i tanti anni di Carnevale e il suo nuovo impegno con la rievocazione storica, l’hanno influenzata non poco. Ma guardando meglio in effetti, ognuna di queste ha la stessa matrice: il desiderio dell’artista di perdersi in una realtà fiabesca e parallela, in cui tutto si concluda con un lieto fine.

Ancora composta da pochi pezzi, possiamo definirla una “linea pilota” che Anna si augura, possa essere presto arricchita di moltissime altre proposte. Le idee di certo non le mancano…