Giovedì Grasso siamo on-line

Solitamente in questo periodo dell'anno siamo super impegnati nel fare gli ultimi ritocchi ai nuovi costumi, preparare le traboccanti valige per Venezia, o anche dare le ultime direttive per il Carnevale di Senigallia.

Giorni eccitanti e densi di adrenalina che per questo 2021 non saranno possibili da eguagliare. Per fortuna abbiamo il negozio e le tante nuove creazioni ci tengono allegri, ma sarebbe ipocrita non dire che una forte nostalgia ci stringe il cuore.

Scontato affermare che chi ti vuole bene si vede nel momento del bisogno, ma in effetti è proprio così. Fin dagli albori dei tempi infatti, la nostra attività carnevalesca è stata sempre supportata da tantissime persone. Da principio gli amici più stretti, poi con il passare del tempo, il calore dell'intera città di Senigallia ci ha sempre sostenuto. Ecco quindi che in un periodo così privo di stimoli di ogni genere, in cui il non poter far nulla ci costringe in un limbo mentale e creativo, si è innescata la scintilla.

Ormai più di un mese fa è arrivata la telefonata della scoppiettante presidente del Rotary Club di Senigallia nonchè illustre primario di oncologia di Torrette di Ancona Rossana Berardi, con una proposta da farci.

La sua prestigiosa Associazione ha spostato per questo momento legato alla pandemia, tutte le sue attività sul web. Incontri, riunioni ed eventi così come ormai è prassi generalizzata, si svolgono attraverso piattaforme virtuali. Ecco dunque che anche per Carnevale, la Dottoressa ha pensato di proporre un appuntamento legato a questa coloratissima festa e così facendo ha avuto subito l'intuizione di coinvolgerci in quanto eccellenze indiscusse nel settore.

L'incontro si svolgerà GIOVEDI' 11 FEBBRAIO alle ore 18:30 in quanto giorno rotariano tradizionale e soprattutto perchè sarà Giovedì grasso.

Doveroso ringraziare anche il Comune di Senigallia che ha dato la possibilità di registrare parte del materiale vide,o all'interno del Teatro La Fenice dove sono esposti in una mostra permanente, dodici tra i più significativi costumi della nostra carriera veneziana.

CARNEVALE 2021 - La Bellezza dell'Effimero sarà un racconto dei momenti più belli, curiosi e divertenti di questi 25 anni ininterrotti di Carnevale. Come nelle migliori trasmissioni, non mancheranno di certo gli ospiti tra i quali siamo lieti di poter annunciare l'intervento dell'attrice Giorgia Penzo, presentatrice del Carnevale di Venezia e del Maestro delle Cerimonie, il performer Principe Maurice Agosti.

Domani pomeriggio vi aspettiamo in digital edition. Basta sintonizzarsi sulla pagina facebook del Rotary Club di Senigallia e assistere alla diretta. Saremo lieti di poter rispondere anche alle vostre domande.

 


Magiche atmosfere con le lampade Orientexpress

Ci diverte moltissimo creare grandi figure tridimensionali utilizzando i nostri molteplici materiali. Adoriamo scolpire il legno o plasmare l'argilla e trasformarli in vere e proprie sculture.

Spesso però non ci limitiamo a proporre l'oggetto fine a sè stesso, ma cerchiamo di donargli un carattere in più rendendolo una lampada.

Abbinate a dei paralumi, adoperate come steli di abat jour o facendo intravedere la luce attraverso le fessure in esse intagliate, prendono così vita sculture diverse, messe al servizio della luce, per offrire a tutti i nostri clienti prodotti esclusivi e raffinati.

Molte brillano in vari punti del negozio, vestendolo di magiche atmosfere. Idee nuove per decorare qualunque tipo di ambiente con classe ed eleganza.

Complementi d’arredo originali per creare stanze in cui possiate sentirvi veramente a casa!

La contadinella con il pescato del giorno è in ceramica raku ed abbinata ad un paralume in stile shabby chic. Il posto giusto per lei? Sicuramente in cucina si troverebbe a suo agio, ma alla fantasia e alle vostre esigenze non c'è mai limite.

C'è poi l'omino elegante in legno scolpito. La sua figura diventa lo stele della lampada stessa. Sopra di lui è montato un paralume color panna a pieghe. Una scrivania, un comodino o l'angolo vicino alla vostra poltrona preferita è per lui l'ideale.

In una cameretta o vicino al tavolo dove prendete il tè con le amiche, vedremmo bene una delle due torte a piani.

Più versatili le lampade in terracotta dedicate alle stagioni. Il faccino della Primavera o quello dell'Estate, non aspettano altro che rendere speciali i vostri angoli più suggestivi.


Un baule ricco di imperdibili occasioni

All'Orientexpress per tutto il periodo Natalizio, un grosso baule campeggerà al centro della stanza.

Dentro di esso comodamente sedute, troverete alcune delle bambole create all'interno del laboratorio, darvi sorridenti il benvenuto! Inevitabile essere poi attratti dal cartello attaccato davanti con su scritto "Sconto del 50%".

Impossibile pensare che queste preziose signore interamente fatte a mano, possano essere vendute alla metà del prezzo. In effetti Anna e Lorenzo di solito non applicano sconti sulle proprie creazioni, perchè come ben tutti saprete, un oggetto hand made porta con sè un prezzo inestimabile fatto di ore di lavoro, studio, ricerca e costo dei materiali utilizzati. Dunque perchè questo slancio di generosità?

E' sempre difficile per un artista separarsi dalle proprie opere, ma il flusso creativo è talmente inarrestabile, che le bambole all'interno di quel baule, sono ormai ritenute dai due creativi, pezzi unici appartenuti a vecchi progetti ormai sviscerati e non più riproposti. Perchè dunque non approfittarne?

Ognuna di esse è una perfetta ed allettante opera da regalare o ancor meglio, da regalarsi per Natale.

Se siete romantiche, la più allettante è indubbiamente la Sposa realizzata in legno scolpito e con applicati tessuti e pizzi antichi. Se amate il vintage c'è invece Very Diva, la bambola in pezza ispirata alla moda degli anni '40 dal grosso cappello con la veletta calata sul viso.

Vi piace la vita frizzante dei locali parigini? Ecco per voi la ballerina del Can Can. Anch'essa in legno scolpito con applicati pizzi, tulli e piume.

Per le più sensuali ecco le fascinose dive del Burlesque Ginger Clownette e Gold Deluxe che fanno l'occhiolino al magico mondo del Summer Jamboree.

Per finire c'è la cantante ed attrice brasiliana Carmen Miranda famosa per i suoi turbanti colmi di frutta.

Dunque che aspettate?

Per un regalo d'eccezione ed originale, c'è solo l'imbarazzo della scelta.

 

 


A tavola con le Pupe del Biroccio

Le Pupe del Biroccio sono uno dei cavalli di battaglia del laboratorio artistico Orientexpress. Un tempo il Biroccio era il tipico carretto marchigiano utilizzato in campagna per il trasporto delle merci e delle persone. A caratterizzarlo erano le numerose figure femminili chiamate Pupe, dipinte sulle sue sponde. Coloratissime, eccessive, queste contadinelle erano considerate delle vere e proprie allegorie di abbondanza del raccolto.

Attraverso tratti essenziali tipici dello stile grafico della bottega, queste Pupe diventano manufatti in ceramica smaltata. Vasi a forma di donna sono l'oggetto di punta della collezione realizzati interamente a mano senza uso di stampi, sono dei pezzi unici.

La nuova linea pensata per il Natale 2020 omaggia la cucina marchigiana attraverso ricette tipiche della regione. Ogni Pupa offre una pietanza diversa e sul retro è inciso il titolo della proposta gastronomica. Immancabile l'uccellino posato in testa con il quale puntualmente la contadinella dialoga tramite un gioco di sguardi. Ad arricchire l'opera, un foglio a quadretti infiocchettato, all'interno del quale si trovano scritti a mano, gli ingredienti e la procedura per preparare il piatto. Questo per dare la suggestione di essere tornati a quando le nostre nonne appuntavano le ricette segrete di famiglia in appositi quaderni ben custoditi.

Il menù proposto dalla Pupa del Biroccio spazia dai primi piatti, al dolce, alle portate di pesce, fino a contorni di verdure adatti anche per vegani. Ecco dunque i Vincisgrassi, lo stoccafisso, la crescia al formaggio, il fricò, le ciambelle di mosto e il ciambellone, un'idea diversa per ogni tipo di palato.

Di varie altezze e dimensioni, sono perfette per impreziosire gli angoli più speciali della vostra casa. Deliziose con all'interno una piccola piantina grassa o magari per riporre i mestoli di legno. Un valore aggiunto è dato sicuramente dalla ricetta culinaria che l'accompagna e che valorizza il prodotto locale all'ennesima potenza.

Bellissimo poi il doppio vaso a forma di coppia. I due innamorati in questo caso sorreggono un piatto colmo di melograni, frutto per antonomasia sinonimo di prosperità e fortuna.

Ci sono infine le faccine in ceramica raku, una diversa dall'altra, che indossano in testa fazzoletti colorati.


Le 10 fasi per realizzare un ventaglio

Il MUST HAVE per eccellenza dell’Orientexpress. Si tratta delle silhouette in legno dipinto ed applicato ai ventagli che più le signore amano usare durante la bella stagione. Un piccolo oggetto che nasconde dietro di sè un imponente bagaglio culturale e massicce ore di lavoro.

La nuova collezione è dedicata alla moda degli anni Trenta. Uno stile estremamente elegante e strettamente legato alla storia balneare di Senigallia che in quegli anni era una delle mete turistiche più in voga. Anche la Rotonda a Mare venne costruita in quel periodo.

Ventagli in legno e tessuto dei colori dell’estate, sono la proposta per rendere le prossime calde giornate uniche e stravaganti. C’è solo l’imbarazzo della scelta.

Ma quanto tempo e fatica ci sono dietro!

Ben 10 fasi per rendere sfiziosi questi accessori simbolo di seduzione ed eleganza.

Si comincia con il disegnare le silhouette sul compensato che successivamente vengono tagliate con una sega a nastro. Pezzo dopo pezzo, collezione dopo collezione, dopo essere stati ripuliti con la carta abrasiva, vengono dipinti. I colori sono poi protetti con una vernice trasparente che una volta asciugatasi, subisce una prima fase di levigazione. Poi ancora con i colori ed un pennello sottilissimo, e ovviamente mano ferma, ogni figurino è a questo punto ripassato in tutti i suoi segni grafici. A questo punto viene per la seconda volta protetto con un ulteriore strato di vernice trasparente e levigato in tutte le sue sfaccettature in modo definitivo. Attaccato in ultimo al suo ventaglio abbinato, l'oggetto è finalmente pronto per essere esposto.

Vi suggeriamo quindi di affrettarvi perchè tutto è fatto a mano e per questo irripetibile. La collezione è composta da un numero limitato di pezzi e dunque sarebbe un peccato lasciarvi sfuggire proprio quello che vi piace di più.


Relooking per la vecchia sedia

Conoscete già la nostra passione per gli oggetti vintage. Proprio per questo ci troviamo spesso a girovagare per mercatini, edifici abbandonati o in questo caso addirittura in un ristorante in procinto di un cambio gestione. Così quella vecchia sedia destinata al fuoco del caminetto, è stata salvata all'ultimo momento.

Una seggiola probabilmente collocabile tra i primi anni subito successivi alla seconda guerra mondiale, quando a detta di nostro padre falegname, i suoi colleghi davano libero sfogo al loro estro, dando vita a forme nuove, insolite e a volte bizzarre.

Non più stabile nè bella da vedere, la prima cosa da fare in questi casi, per prevenire il problema più recondito, è una bella cura antitarlo. Di conseguenza, la struttura è stata tutta irrobustita. Finita la parte tecnica e meno divertente, comincia poi quella più confacente ai a noi due.

L'ispirazione per la sedia è in questo caso data dalle Pupe del Biroccio, dunque è stata scelta per lei un'impronta rustica e campagnola. Un bel color verde salvia per la parte in legno, Un tessuto a righe verdi e viola per la seduta e lo schienale, a ricordare i vecchi strofinacci usati in cucina.

Poi il tocco finale: dipingere il volto della protagonista con colori allegri e circondarla di simpatici animali da cortile come l'oca e la gallinella. Sulla testa non può ovviamente mancare l'uccellino appena posato, cifra distintiva delle Pupe in ceramica raku prodotte all'Orientexpress. Un esempio di come un vecchio oggetto in procinto di essere dimenticato per sempre, può assumere una nuova vita e continuare a raccontare una storia.

La sedia delle Pupe del Biroccio è soltanto un esempio di come possiamo trasformare i vostri mobili antichi ai quali siete magari attaccati per motivi affettivi, ma che esteticamente vi hanno stancato o che magari non si adattano più all'arredo della vostra casa.

 

 


Il mondo fashion di Cocò

Una linea che ruota intorno alla figura di Cocò Chanel alla quale Anna e Lorenzo hanno dedicato una serie di bambole sia in legno di varie misure, che di pezza.

Talmente sollecitati dal carisma della famosa stilista, che addirittura Lorenzo ha dedicato lei uno dei suoi costumi più significativi per il Carnevale di Venezia. Proprio con la creazione "Monsieur Sofà e Mademoiselle Cocò" nel 2015 vince il laguna il premio speciale per la maschera più estrosa.

Del mondo di CHANEL fanno parte anche dei complementi d'arredo in legno per riporre gioielli e ninnoli ed al tempo stesso rendere uniche ed eleganti le proprie case.

Con l'arrivo dell'estate, inevitabile anche una collezione di ventagli Orientexpress.

Coloratissimi, nei toni classici della famosa stilista, il bianco, il rosa, il nero ed il verde, sono indispensabili per ogni fashion victim. Il ventaglio è decorato con fantasie alla moda come rossetti e profumi.

Il tocco ultimo di stile, è dato poi dalla immancabile silhouette in legno dipinto ispirato ai figurini di Cocò Chanel nei suoi mitici tailleur.

Con la bella stagione si sta anche molto più tempo fuori casa. Per essere sempre perfetti, meglio avere uno specchietto in borsetta per controllare il trucco e l'acconciatura.


Orientexpress per Il Piccolo Lido

A quanto pare in questo 2020 andremo al mare in modo un po' diverso dal solito. Con nuove regole, alcune precauzioni, e qualche misura di carattere sanitario. Tutto per non sprecare i sacrifici fatti durante la quarantena, evitare brutte sorprese e goderci il nostro periodo di ferie.

Dunque è bene organizzarsi al più presto, rimboccarsi le maniche ed essere pronti ad affrontare l'imminente stagione estiva.

Così l'ha pensata anche la crew dello stabilimento balneare di Senigallia Il Piccolo Lido che dopo essere venuta a conoscenza di quali modalità e precauzioni adottare in materia di distanziamento e protezioni igienico-sanitarie, si è messa subito al lavoro.

Senza mai perdere l'ottimismo e con la solita voglia di offrire la migliore accoglienza possibile ai suoi ospiti, ancora in pieno lockdown, ha commissionato al nostro laboratorio Orientexpress, una coppia di attaccapanni da sistemare nelle due future nuove cabine-doccia.

Così con l'apertura ufficiale della stagione e di conseguenza dei loro bagni, pesci in ceramica raku fin da subito hanno fatto da cornice al logo dello stabilimento, dipinto a mano sulle due tavole in legno di recupero.


Tanta allegria per i nuovi ventagli Orientexpress

Dopo un lungo periodo terribile chiusi in casa, pieno di brutte notizie ed incertezza per il futuro, Anna e Lorenzo Marconi provano ad essere ottimisti pensando ai nuovi progetti artistici per il loro laboratorio.

Presto arriverà l'estate e con essa tanta voglia di leggerezza. Le previsioni metereologiche a lunga data, ci dicono tra l'altro, che ci sta attendendo una delle estati più calde degli ultimi 100 anni. Così all'Orientexpress ci si premunisce e dopo aver scelto innumerevoli ventagli per le nuove collezioni 2020, ecco svelate le prime indiscrezioni.

Il ventaglio è senza dubbio uno dei cavalli di battaglia del laboratorio tanto da essere richiesti anche fuori stagione. Oltre ad essere utile per rinfrescarsi, è questo un elemento da sfoggiare in qualsiasi momento della giornata, rendendo ogni situazione più allegra, colorata ed unica. "Unica" sì, perchè ad ognuno di loro, i due fratelli applicano una silhouette in legno dipinto. Proprio questa personalizzazione gli ha resi nel tempo ricercatissimi e di tendenza.

Ogni anno propongono soggetti nuovi, abbinati alla fantasia dei tessuti, sempre coerenti con il loro mondo onirico e fatto di figure di donna eleganti, spesso ispirate alla storia del costume. Tra le linee non possono di certo mancare figurini dedicati all’eleganza dei primi del ‘900. Un periodo questo molto caro ai Marconi e a Senigallia. E’ appunto in quegli anni che è nata la stagione balneare nella nostra città. Proprio alle Bagnanti di Senigallia sarà dunque dedicata una serie di ventagli in pizzo elegantissima, ed una più spiritosa che dopo anni di assenza, vedrà tornare in negozio la rotonda figura di Mirtilla.

Per le fashion victim non potrà mancare la linea ispirata alla stilista Chanel e ancora tanto altro che sarà svelato prossimamente.

Sulla loro qualità poi, non c'è da dubitare. E' imperativo infatti usare sempre prodotti di buona fattura, rigorosamente in legno e tessuto. Sulla parte dipinta poi, la garanzia è del 100%. Le figurine realizzate una ad una a mano, sono poi finite con un protettivo idrorepellente. Così anche se qualche goccia d’acqua cadesse accidentalmente sulla silhouette, niente subirà danni.

Mentre Anna e Lorenzo stanno dunque lavorando alle nuove coloratissime linee per questa calda e speriamo allegra estate, siete tutti invitati intanto a ripassare qui di seguito tutte le regole per un corretto linguaggio del ventaglio. Perchè si sa, nella sua semplicità questo è un potente mezzo di seduzione e in particolare le donne, lo hanno sempre saputo utilizzare al meglio.

PORTATO NELLA MANO DESTRA - Voi desiderate troppo 

PORTATO NELLA MANO SINISTRA,APERTO - Avvicinatevi e parlate con me

PORTATO NELLA MANO DESTRA, DI FRONTE AL VOLTO - Seguitemi

PORTATO NELLA MANO SINISTRA, DI FRONTE AL VOLTO - Desiderosa di conoscervi

INTRECCIANDO LE MANI SOTTO AL VENTAGLIO APERTO - Dimenticatemi,Vi prego

COPRIRE L’ORECCHIO SINISTRO CON IL VENTAGLIO APERTO - Non tradite il nostro segreto

TRACCIARE LINEE SULLA MANO - Vi odio

PASSARLO  SULLA GUANCIA - Vi amo

PASSARLO DAVANTI AGLI OCCHI - Scusatemi

PASSARLO DAVANTI ALLA FRONTE - Siete cambiato

LASCIAR CADERE IL VENTAGLIO - Saremo amici

SVENTOLARSI LENTAMENTE - Sono sposata

SVENTOLARSI VELOCEMENTE - Sono fidanzata

GUARDARE FISSO IL VENTAGLIO CHIUSO IN MODO PENSOSO - Perché non mi capite?

APPOGGIATO SULLA GUANCIA DESTRA - Sì

APPOGGIATO SULLA GUANCIA SINISTRA - No

APPOGGIATO DIETRO ALLA TESTA - Non mi dimenticate

CON IL MIGNOLO STESO - Arrivederci

APRENDOLO E CHIUDENDOLO - Siete crudele

APRENDOLO ALLA MASSIMA ESTENSIONE - Aspettatemi

APPOGGIATO ALL’ORECCHIO SINISTRO - Desidero liberarmi di Voi

PRESENTATO CHIUSO - Mi amate?

PRESENTANDO SOLO UN CERTO NUMERO DI STECCHE APERTE - A che ora?

CHIUDERE MOLTO LENTAMENTE IL VENTAGLIO DA COMPLETAMENTE APERTO - Prometto di sposarvi

VENTAGLIO CHIUSO APPOGGIATO SUL CUORE - Avete conquistato il mio amore

VENTAGLIO CHIUSO CHE INDUGIA SULL’OCCHIO DESTRO - Quando mi permetterete di vedervi?

TOCCARE IL VENTAGLIO SPIEGATO NELL’ATTO DI SVENTOLARSI - Vi sarò vicina per sempre

TOCCARNE LA PUNTA CON IL DITO - Desidero parlarvi

FARLO ROTEARE NELLA MANO SINISTRA - Amo un altro

CON IL MANICO APPOGGIATO ALLE LABBRA - Baciatemi


Un po' di colore in un giorno di pioggia

Sono tra i MUST dell'Orientexpress gli ombrelli da borsetta. Uno diverso dall'altro, rendono un po' più allegre le giornate piovose.

Di solito la prima cosa che viene fatta da Anna e Lorenzo, è scegliere presso fornitori specializzati, una serie di ombrelli standard. Importantissimo è preferire quelli con delle marche sinonimo di qualità, come ad esempio la Perletti.

Altro dettaglio per nulla trascurabile, è la selezione delle fantasie, i colori e gli abbinamenti cromatici che la ditta può offrire.

Conclusa questa prima fase, comincia il lavoro vero e proprio. Quello che li renderà speciali ed unici. Eliminata infatti l'impugnatura industriale, si passa a progettare i nuovi manici da sostituire.

Disegnati sul legno e sgrezzati con delle macchine apposite, Lorenzo poi uno per uno, li scolpisce a mano con scalpelli e sgorbie. Questi volti sono gli stessi delle bambole in legno, fiore all'occhiello della maison Marconi.

E' una procedura molto lunga e per questo in negozio non se ne trovano mai abbastanza. Ma le cose belle e di qualità, si sa, richiedono tempo e talento.

Dopo aver ultimato la parte scultorea, si passa a quella pittorica, altrettanto impegnativa. Bisogna a questo punto stare attenti a scegliere i toni di colore, da abbinare a quelli proposti dai tessuti dell'ombrello e del suo astuccio.

Oltre all'utilizzo degli acrilici, vengono in ultimo date più mani di una vernice protettiva che li rende impermeabili alla pioggia. Dell'efficacia di quest'ultima non c'è da dubitare, visto che è la stessa che si usa solitamente per rendere resistenti all'acqua anche le barche.

Assemblato il tutto, il risultato finale è una collezione di ombrelli richiudibili, comodi da tenere in borsa e tirare fuori in caso di necessità. Simpatiche faccine dai grandi occhioni, saranno sempre lì pronte a ripararvi dagli acquazzoni più inaspettati.

Le giornate di pioggia solitamente sono cupe e tristi, ma usando questo accessorio colorato e per giunta realizzato con tanto amore, forse sarà possibile trovare un pizzico di allegria in più.

Possibili da acquistare anche online tramite lo shop del nostro sito alla voce pezzi unici d'autore.