La nostra forza: una Città che ci sostiene

E' stata inaugurata sabato pomeriggio la mostra permanente dei dodoci abiti più significativi dei Fratelli Marconi presso il Foyer del Teatro La Fenice di Senigallia.

L'anfitrione della serata l'amico di sempre, l'attore Mauro Pierfederici, ha fatto gli onori di casa. Per l'occasione oltre ad un numerosissimo pubblico, non è mancato ad omaggiare Anna e Lorenzo anche un nutrito gruppo di rappresentanti Comunali.

Primo fra tutti l'Assessore Enzo Monachesi che insieme ad Anna cura l'organizzazione del Carnevale Cittadino Un Sogno ad Occhi Aperti, di cui questa iniziativa è stata la prima in calendario. Con lui anche l'Assessore alla Cultura Simonetta Bucari che ha sostenuto fortemente la realizzazione di questa mostra, l'Assessore al Bilancio Ludovica Giuliani e l'Assessore alle Pari Opportunità Ilaria Ramazzotti.

Un ringraziamento sentito quello che Anna ha deciso di fare durante un suo intervento: - La cosa che sicuramente ci differenzia rispetto alla miriade di altri bravissimi creativi che popolano il Carnevale di Venezia, è l'amore ed il sostegno della nostra città che da sempre ci dà la forza e la motivazione di andare avanti.-

Dopo le formalità iniziali, come da tradizione è stato svelato il nuovo abito per il Carnevale di Venezia 2020 indossato da Lorenzo Marconi. Il teatro incantato è un personaggio caricaturale ispirato agli imbonitori teatrali del periodo Belle Epoque. Dai colori caldi come il marrone ed il rosso bordeaux, porta con sè come se fosse una valigia, un teatrino in legno dotato anche di luce.

A questo punto i due fratelli hanno preso la parola e con tutta la leggerezza del caso, hanno raccontato gli abiti presenti ripercorrendo tutta la loro carriera veneziana dal lontano 1997: i loro esordi, le loro sconfitte, le vittorie, i personaggi incontrati durante questo lungo percorso, le loro fonti di ispirazione, la loro mamma.

Accorato infine l'appello di Pierfederici a non lasciare che tutto questo finisca, ma anzi, che Anna e Lorenzo facciano di tutto per trasmettere a più persone possibile, la loro esperienza e passione. Importante sarebbe riuscire a recuperare l'amore per le cose fatte con le proprie mani, uniche ed inimitabili.

Una richiesta che senzaltro i due fratelli, certo prenderanno seriamente in considerazione.

Mai Anna e Lorenzo hanno chiamato i loro costumi MASCHERE. Esse sono per i due artisti, delle espressioni creative al pari di una scultura o di una performance teatrale. Felicissimi dunque di aver avuto l'opportunità di esporle in una mostra che andrà oltre il ristrettissimo periodo Carnevalesco, ma che proseguirà per almeno un anno rendendole così visibili a quante più persone capiteranno a Senigallia.

 


Venerdì 22 febbraio Lorenzo in diretta su Radio Velluto

Venerdì 22 febbraio dalle ore 10.30 Lorenzo sarà in diretta su Radio Velluto (FM 99.6 o streaming su www.radiovelluto.it).

Ospite nella trasmissione "Buona giornata" condotta da Felix, sapremo in anteprima alcune curiosità sulla maschera che l'artista porterà al Carnevale di Venezia. Dal titolo "Le Pupe del Biroccio" il costume è ispirato al carretto marchigiano usato nei secoli passati nelle nostre campagne. L'abito sarà poi presentato ufficialmente sabato 23 febbraio ore 18.00 presso il foyer del Teatro La Fenice di Senigallia.

Lorenzo racconterà inoltre la sua esperienza di oltre venti anni consecutivi alla kermesse lagunare. I costumi più importanti, le vittorie, le curiosità, i personaggi più bizzarri che hanno caratterizzato la sua presenza da protagonista al carnevale più famoso del mondo.