Per Carnevale tutti con i volti da animale

Lo spunto è stata una recente rievocazione storica in cui si riproponevano le atmosfere e la gogliardia tipiche di una festa carnevalesca medioevale. Per partecipare si consigliava di indossare una maschera di ispirazione animale.

Ormai è noto l'impegno dei Fratelli Marconi anche nel mondo rievocativo ed in particolare il loro progetto de #ilSolenneIngresso. Così una minuscola delegazione della famiglia Della Rovere, ha deciso di prendere parte a questa stuzzicante ed allegra iniziativa. Unico piccolo ostacolo da superare, la totale assenza di maschere a forma di animale.

Senza perdersi d'animo i due professionisti si sono messi al lavoro ed hanno prodotto immediatamente oggetti adatti ad il cammuffamento richiesto.

Ispirate ai simboli araldici dei protagonisti, è nata l'aquila nera per il Duca Giovanni Della Rovere, l'elefante per Roberto Malatesta e la farfalla per Elisabetta da Montefeltro.

Trovato il tutto estremamente divertente, la cosa non è finita lì e subito è cominciata la lavorazione di altre quattro maschere in cartapesta dipinte a mano, da proporre in negozio per la festa più pazza dell'anno  ormai alle porte.

Ecco dunque pronte nuove due idee per signora e cioè il pavone e la farfalla e due invece per uomini, la tigre ed il pappagallo. Sono pezzi unici ed irripetibili. Costano €35 l'una.

Per rendere questo carnevale speciale, affrettatevi ad accaparrarvele!


Un sogno ad occhi aperti - Viaggio quindi sono

“Un sogno ad occhi aperti”.

Presentata questa mattina in conferenza stampa la 38^ edizione del Carnevale di Senigallia.

Il 25 febbraio torna l’appuntamento con il #Carnevale di #Senigallia – “Un sogno ad occhi aperti” - organizzato dall’Amministrazione comunale e dal Centro sociale Molinello 2, in collaborazione con il Musinf e sotto la direzione artistica di Anna Marconi.

Anche per questa 38^ edizione il programma propone una serie di iniziative rivolte a un ampio pubblico.

“Sono molto contento del nostro Carnevale – afferma il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialalrdi – che rappresenta un momento di gioia e divertimento capace di caratterzzarsi per #eleganza, #sobrietà e #raffinatezza. Un evento ben costruito e messo a punto grazie alla competenza e alla professionalità di Anna Marconi, che in qualità di direttore artistico ha fatto fare alla manifestazione un bel salto di qualità".

“Anno dopo anno – aggiunge l’assessore alle Frazioni Enzo Monachesi – vediamo come il Carnevale sia fortemente radicato nel dna della città e, in particolare, delle tante associazioni che collaborano alla sua preparazione. A questa passione, che impegna volontariamente e con tanta fatica i nostri concittadini nell’allestimento di carri e gruppi mascherati, abbiamo voluto dare un sostegno, gestendo aspetti organizzativi piuttosto impegnativi che altrove, in altri Comuni, hanno a volte portato alla cancellazione delle manifestazioni carnevalesche”.

“Il tema scelto quest’anno e che fa da sottotitolo alla manifestazione – spiega Anna Marconi – è “viaggio quindi sono”, con cui vogliamo lanciare l’invito ad aprirsi agli altri, a conoscere popoli diversi, a scoprire la diversità”.

"Una manifestazione ricca e raffinata - conclude l'assessore allo Sviluppo economico Ludovica Giuliani - che grazie all'amore e alla passione di Anna permetterà alla città di vivere il Carnevale in un'atmosfera magica".

Da non perdere, poi, i due eventi che faranno da cornice al Carnevale. Il primo, in programma sabato 15 febbraio, alle ore 18 al foyer del teatro La Fenice, è il vernissage della mostra permanente dei costumi artistici creati dai fratelli Anna e Lorenzo Marconi. Nell'occasione sarà presentato anche il #costume "Il teatro incantato", con cui i Marconi parteciperanno al Carnevale di Venezia.

Il secondo appuntamento, invece, è con lo spettacolo teatrale "Aulularia" di Plauto, che sarà messo in scena sabato 22 febbraio, alle ore 21 all'auditorium San Rocco. Una produzione Cesare Questa e Università di Urbino e con l'adattamento e la regia di Michele Pagliaroni. I biglietti, del costo di 8 euro (5 euro il ridotto) sono acquistabili in prevendita al teatro La Fenice e il giorno dello spettacolo all'auditorium San Rocco.


Il teatro incantato

Sabato 15 Febbraio alle ore 18:00 presso il Foyer del Teatro La Fenice di Senigallia (ingresso libero), verrà inaugurata la mostra permanente IL TEATRO INCANTATO, retrospettiva dei più significativi abiti dei Fratelli Marconi.

Anna e Lorenzo da oltre 20 anni spaziano dall'arte all'artigianato, ma l'opera in cui possono esprimersi più liberamente è il costume di Carnevale. In esso infatti si uniscono il divertimento creativo-manuale e la messa in scena di loro stessi anche fisicamente. Il loro senso estetico li ha portati a preferire come palcoscenico ideale Venezia, città fatta di acqua, arte e silenzio. Scenario perfetto per interpretare ogni anno nuovi personaggi impetuosi di uscire dalla loro fantasia e materializzarsi nell'aria abitata dagli esseri viventi. Studio, ricerca e capacità sono stati riconosciuti loro da numerosi premi vinti presso il Carnevale più famoso ed elegante del mondo. Essendo tra quelli con il medagliere più pieno in assoluto, nel 2017 e 2018 sono stati addirittura invitati dall'organizzazione del Carnevale di Venezia a far parte della giuria di qualità, passando addirittura dall'essere valutati a premiare gli altri.

Proprio per il prestigio portato a Senigallia con le loro conquiste in Laguna, il Comune marchigiano ha voluto omaggiare la genialità di Anna e Lorenzo Marconi, mettendo a disposizione uno degli spazi più importanti della città. Dodici costumi sono stati scelti per popolare gli spazi del Foyer e di due sale attigue visibili anche dall'esterno, tramite due grandi vetrine affacciate su via Pisacane. Passanti e turisti potranno così ammirare le opere dei due costume makers, in qualsiasi momento della giornata.

I bagnanti di Senigallia. Venezia 2016. 1° premio concorso per la maschera più bella del carnevale

Questa la lista delle creazioni esposte:

LA FAVOLA DI PINOCCHIO - Primo premio 2004

VIAGGIO SULL'ORIENT EXPRESS - Secondo premio 2007

IL SARTO DI VERSAILLES - Secondo premio 2009

L'AVIATRICE - Finalissima 2011

LA DIVA DEL CINEMATOGRAFO - Finalissima 2012

LA DONNA CANNONE - Primo premio Abano Terme 2012

LA RICERCA DEL TEMPO PERDUTO - Primo premio 2013

MONSIEUR SOFA' E MADEMOISELLE COCO' - Premio speciale 2015

I BAGNANTI DI SENIGALLIA - Primo premio 2016

IL TEATRO INCANTATO non solo è il titolo della mostra, ma dà anche il nome al nuovo costume che Lorenzo ha realizzato per il Carnevale 2020 e che presenterà nella stessa occasione.

Sarà un intrattenitore in stile Belle Epoque, il personaggio che rappresenterà quest'anno. Dai colori caldi quali il rosso bordeaux, scarlatto, arancione e marrone, suggerisce le ovattate atmosfere che si respiravano all'interno del Moulin Rouge alla fine del XIX secolo. Il focus dell'opera è il teatrino in legno decorato con la tecnica del decoupage, tanto in voga all'epoca. Munito anche di luci, è comodamente trasportato come una valigia, tramite la sua maniglia vintage in ottone.

Impossibile dunque mancare a questo duplice appuntamento che guarda con un occhio al passato tramite il racconto di più di 20 anni di carriera, e con l'altro verso un futuro ancora denso di sorprese.

 

 


Un Sogno ad Occhi aperti: anche il 37° carnevale di Senigallia porta la firma di Anna Marconi

Tutto pronto per il 37° Carnevale di Senigallia che quest'anno si arricchisce di importanti novità. Viene infatti lanciato il nuovo format "Un sogno ad occhi aperti", che anche quest'anno vanta la prestigiona firma di Anna Marconi come direttore artistico.
L'evento promosso dal Comune e dal Centro Sociale Il Molinello, punta a consolidarsi nel tempo come un vero e proprio brand. “Il tema scelto quest’anno e che fa da sottotitolo alla manifestazione – spiega Anna Marconi – è “cibo per la fantasia”, con cui vogliamo rendere omaggio alle eccellenze del settore gastronomico della nostra città”.

Alle ore 14,30 lungo i Portici Ercolani, si raduneranno i carri allegorici e i gruppi mascherati che, accompagnati dal Gruppo Tamburi Renascentia di Senigallia, sfileranno fino a piazza Garibaldi seguendo questo percorso: via Portici Ercolani, Foro Annonario, via Manni, piazza del Duca, via Chiostergi, via Oberdan, via Solferino, piazza Saffi, corso II Giugno; completato il corso si svolterà a destra per ripetere il giro su Foro Annonario, Piazza del Duca, piazza Saffi, Corso II Giugno e via dei Portici Ercolani fino all’imbocco di via Testaferrata, attraverso la quale si giungerà a piazza Garibaldi.

Protagoniste, come sempre, saranno le tante realtà associative e parrocchiali provenienti non solo da Senigallia, ma anche altri comuni del territorio. Lungo le vie del centro, infatti, si snoderanno le maschere di Borgo Bicchia, Borgo Passera, Brugnetto, Casa della Gioventù, Casine di Ostra, Ostra, Parrocchia del Duomo e delle Grazie, di Pianello di Ostra, Ponterio, Sant’Angelo e Vallone. Come ospiti fuori concorso, inoltre, sfileranno i gruppi mascherati del Consiglio delle Donne di Senigallia, degli alunni della scuola primaria “Pascoli” e di Margita Petric Mantoni di Jesi.

Proprio a piazza Garibaldi, a partire dalle ore 15.00 inizieranno gli spettacoli con la palestra “I love fitness”, la compagnia nazionale di danza storica “Marche 800” e i Jologik. Il tutto  sotto la conduzione di Dj paperino e con Bicchio Dj alla consolle. L’evento, inoltre, sarà seguito in diretta da Radio Velluto.

Previsto anche quest’anno il concorso per il miglior gruppo mascherato o carro allegorico: al vincitore verrà assegnato un premio di 500 euro. La giuria sarà composta da Massimo Eleonori, costumista della Compagnia della Rancia, Patrizia Lo Conte, del Musinf di Senigallia, e da Catia Uliassi, pittrice.

Anche il manifesto nella sua semplicità, è un piccolo gioiello. Realizzato dall'artista bergamasco Antonio Chiesa - Village9991, ha come immagine una vecchia foto trovata da Patrizia Lo Conte nell'archivio di Giorgio Pegoli. Nella foto scattata nel 1909 presso il prestigioso Teatro La Fenice di Senigallia, ormai purtroppo rimasto solo leggenda, sono immortalati quattro ragazzi in maschera mentre stavano partecipando ad una festa di Carnevale.


Le Pupe del Biroccio. Il nuovo abito di Lorenzo Marconi

E' stato presentato sabato 23 febbraio presso il Foyer del teatro La Fenice di Senigallia, il nuovo abito per il Carnevale di Venezia di Lorenzo Marconi. Di fronte ad un nutrito pubblico, l'artista si è presentato accompagnato dalle note di Gioacchino Rossini, magistralmente suonato da il giovanissimo Arsienti Di Re.

La nuova creazione è un'esplosione di colori brillanti. La giacca in particolare, una tela dipinta dallo stesso Lorenzo. Su di essa sono illustrate scene riprese del carretto marchigiano, naturalmente filtrate attraverso la fantasia dell'artista. Il cappello vede grano e girasoli al posto di piume e gioielli. Il ventaglio, anch'esso interamente dipinto a mano, ha la forma del "panaro", la piastra sulla quale veniva di norma, cotta la tradizionale "crescia". Un allegro inno alle Marche, regione in cui Lorenzo è nato, cresciuto e ancora vive e lavora.

Sottolinea la scrittrice Luisa Ferretti, che durante la presentazione ha approfondito la spiegazione del "Biroccio", che questo carro, famoso per essere anch'esso interamente dipinto e decorato con motivi allegorici, è talmente antico che sembra possa risalire perfino al periodo Etrusco.

Anche l'amministrazione comunale presente con un notevole numero di Assessori, Consilieri e lo stesso Sindaco, sembra aver gradito la nuova creazione.

Da mercoledì 27 febbraio fino a martedì grasso, il 5 marzo, Lorenzo e le sue Pupe del Biroccio, si troveranno in Laguna. Sicuramente la nostra Terra sarà ben rappresentata attraverso un ambasciatore così eccezionale.


Sintonizzatevi ancora una volta su Radio Velluto. Martedì 26 febbraio in diretta con Anna Marconi

Sono trascorsi pochissimi giorni dalla diretta radiofonica in cui Lorenzo Marconi è stato protagonista.

Venerdì 22 febbraio l'artista è infatti stato ospite nel programma "Buona Giornata" condotto da Felix. Una emozionantissima puntata a parer nostro, durante la quale Lorenzo ha raccontato le sue esperienze più importanti nel corso dei suoi 23 anni di partecipazione al Carnevale di Venezia. E non sono mancate sorprese! Il top è stato infatti toccato con l'inaspettata telefonata del performer Principe Maurice Agosti, amico dei fratelli Marconi e Gran cerimoniere del Carnevale di Venezia.

Ora tocca alla sorella Anna parlare ai microfoni di Radio Velluto (FM 99.6 - streaming www.radiovelluto.it).

Anche durante questo appuntamento il tema sarà il Carnevale. Essendo però Anna il direttore artistico di quello cittadino, è invitata da dj Felix a presentare tutto il programma della 37° edizione del Carnevale di Senigallia "Un sogno ad occhi aperti - Cibo per la fantasia".

La manifestazione si terrà martedì 5 marzo dalle ore 14.30 per le vie del centro storico fino ad arrivare al clou della festa in piazza Garibaldi dove ovviamente, non potranno mancare sul palcoscenico anche gli amici di Radio Velluto in diretta per l'occasione.

Per tutti i curiosi, sintonizzatevi su Radio Velluto dalle 10.00 alle 12.00 di martedì 26 febbraio.

Come se non bastasse intorno alle ore 11.00, la puntata si arricchirà anche della presenza del Sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi che risponderà alle domande dei cittadini. L'appuntamento di Radio Velluto è realizzato in collaborazione con Vivere Senigallia. Ad affiancare Felix alla conduzione, sarà presente in studio anche la giornalista Giulia Mancinelli.
L'appuntamento sarà trasmesso anche in diretta Facebook sulle pagine di Vivere Senigllia e di Radio Velluto.

 


Venerdì 22 febbraio Lorenzo in diretta su Radio Velluto

Venerdì 22 febbraio dalle ore 10.30 Lorenzo sarà in diretta su Radio Velluto (FM 99.6 o streaming su www.radiovelluto.it).

Ospite nella trasmissione "Buona giornata" condotta da Felix, sapremo in anteprima alcune curiosità sulla maschera che l'artista porterà al Carnevale di Venezia. Dal titolo "Le Pupe del Biroccio" il costume è ispirato al carretto marchigiano usato nei secoli passati nelle nostre campagne. L'abito sarà poi presentato ufficialmente sabato 23 febbraio ore 18.00 presso il foyer del Teatro La Fenice di Senigallia.

Lorenzo racconterà inoltre la sua esperienza di oltre venti anni consecutivi alla kermesse lagunare. I costumi più importanti, le vittorie, le curiosità, i personaggi più bizzarri che hanno caratterizzato la sua presenza da protagonista al carnevale più famoso del mondo.


Il nuovo abito di Lorenzo Marconi per il Carnevale di Venezia 2019

Sabato 23 febbraio alle ore 18.00 al foyer del Teatro La Fenice di Senigallia, Lorenzo presenterà il nuovo abito per il Carnevale di Venezia.

Il tema è questa volta, un omaggio alla sua regione: le Marche e ad uno dei suoi simboli e cioè il Biroccio.

La creazione di foggia settecentesca si ispira all'abito della festa del contadino marchigiano del XVIII secolo. I pantaloni ed il gilet sono in velluto, mentre la lunga giacca in tela è interamente dipinta a mano con soggetti che ricorrono nell'iconografia tipica dei carri di campagna marchigiani. Troviamo quindi allegre contadinelle, oche, uccelli, fiori e frutta, tutto filtrato dalla creatività e fantasia di Lorenzo.

Gli abiti di Lorenzo si ispirano alle collezioni che realizza all'interno del suo laboratorio Orientexpress. Quella delle Pupe del Biroccio è nata nel 2015.  Sono oggetti in ceramica raku e legno di recupero e raccontano il mondo incantato di contadinelle, animali da cortile e case coloniche.

La presentazione dell'abito sarà accompagnata dalla lettura di poesie, brani ed aneddoti legati alla storia del Biroccio a cura di Luisa Ferretti e da musica rossiniana proposta dal giovane flautista Arsienti Di Re.